Coach Sanfilippo: «Prestazione buona. Favorita? Partenope»

Pellegrino: «Difficile fare sport oggi. Noi puntiamo sui nostri giovani»

 

Al termine della partita vinta contro il Basket Casapulla, coach Nino Sanfilippo ha commentato così il successo ottenuto: «Abbiamo avuto la solita partenza slow. Nel secondo tempo siamo stati invece bravi ad avere un approccio ben più serio al gioco. Ci siamo anche allungati nelle rotazioni, per permettere a tutti di giocare, ed abbiamo acquisito un buon vantaggio. Era una gara che arrivava dopo una settimana incerta, con dei problemi fisici che non hanno permesso a tutti di allenarsi bene».

Il tecnico si concentra poi sull’ultimo arrivato Maksim Kupchak: «Non è facile acquisire tanti concetti in poco tempo, questo è chiaro. Maksim, tra l’altro, ha un livello di scolarizzazione cestistica non altissimo, avendo iniziato a giocare abbastanza tardi. Sta quindi imparando anche le basi del gioco e non è facile per lui apprendere tante nozioni tutte insieme. Nonostante ciò, si sta impegnando tanto. È un ragazzo molto umile, che ha un approccio molto collaborativo con in compagni di squadra. Al netto delle carenze individuali, credo che il suo arrivo si rivelerà molto utile».

Sanfilippo fa poi una considerazione sulle vicende extra-campo, senza usare mezzi termini: «È un campionato ridicolo. Credo che fare la C Gold e ritrovarsi con due squadre ritirate a gennaio debba portare chi governa questo sport a fare delle riflessioni.  A mio avviso, non ha senso istituire una C Gold in Campania, perché ci sono troppe situazioni di precarietà. L’unica cosa che posso fare è esprimere solidarietà ai tesserati delle due squadre».

In chiusura il coach gialloblu indica la propria favorita del torneo, facendo però una precisazione: «Credo che Partenope possa essere la più accreditata ad arrivare davanti a tutti. Hanno un roster molto lungo, con dodici o tredici giocatori veri. È chiaro che, a lungo andare, avere una rotazione così estesa può portare dei vantaggi. Non hanno lesinato investimenti per completarsi in ogni reparto. Credo, sinceramente, si stiano già preparando per i play-off. Quando si arriverà ad aprile/maggio e si giocherà ogni tre giorni, ci sarà bisogno di essere in tanti. Per quanto riguarda le altre, la vittoria che abbiamo ottenuto contro Salerno con lo scarto di 11 punti, ci fa stare un attimo più tranquilli. Su Agropoli credo che dovremo attendere i movimenti di mercato che piazzeranno da qui ai prossimi giorni per esprimere un giudizio. Chi temiamo di più? Nessuno».

 

Al termine della gara, è intervenuto ai microfoni anche il presidente Nicola Pellegrino: «Siamo decisamente soddisfatti di questo inizio d’anno e ci auguriamo di proseguire così. Al di là delle due vittorie ottenute, i ragazzi hanno dimostrato di stare bene sia mentalmente che fisicamente e questo ci fa ben sperare. Abbiamo buonissime intenzioni per questo campionato, ribadisco la volontà di voler puntare più in alto possibile».

Anche il patron esprime una considerazione sulla riduzione a 12 squadre del campionato: «Non entro nel merito della vicenda di San Nicola Cedri, perché non conosco bene i fatti. Da presidente di una società che cerca di affermarsi, però, posso dire che è diventato molto complicato fare sport a questi livelli. I soldi sono molto pochi, a differenza dei costi che sono tanti. Si richiede molta programmazione e tanti sacrifici. È chiaro che non tutti, anche realtà storiche come quelle che sono state escluse dal campionato, sono in grado di far fronte a certe situazioni. Io mi auguro ci possa essere un cambio di rotta per far sì che lo sport possa risorgere».

Gli investimenti nei settori giovanili rappresentano una delle soluzioni a queste difficoltà. Aspetto su cui il Basket Bellizzi ha puntato tanto, con grande orgoglio del proprio presidente: «Per noi è un mantra. Se non facciamo crescere i nostri giovani, non abbiamo futuro. Anni fa abbiamo impostato un percorso di crescita graduale dei nostri ragazzi, che ci permettesse di andare avanti senza dover per forza investire grosse risorse solo sulla prima squadra. Fino ad oggi stiamo avendo ragione e continueremo su questa strada».

 

 

Vincenzo Buoninfante
Ufficio stampa Semprefarmacia.it Basket Bellizzi

Intervista coach Sanfilippo

Intervista patron Pellegrino